Nov 26, 2020 - Senza categoria    No Comments

I migliori addolcitori d’acqua

Così si pensa di avere l’acqua dura, e si sta cercando una soluzione efficace per affrontarla – forse il miglior addolcitore d’acqua per prendersi cura del problema. Prima di trovare il giusto addolcitore d’acqua per la vostra casa, tuttavia, diamo un’occhiata a cosa è realmente l’acqua dura, come determinare se è un problema da affrontare nella vostra casa, e i modi finali per gestire i problemi legati all’acqua dura.

Cos’è l’acqua dura?

L’acqua dura contiene una grande quantità di composti disciolti di calcio e magnesio, tra gli altri minerali. In particolare, qualsiasi tipo di acqua con più di 7 grani per gallone (gpg) di carbonato di calcio è considerata acqua dura. Il livello di durezza può anche essere espresso in parti per milione (ppm), o in milligrammi per litro (mg/L).

I problemi con l’acqua dura

Per fortuna il calcio nell’acqua non è un pericolo per la salute. Al contrario, diversi studi hanno dimostrato che può essere benefico per il vostro corpo in vari modi. Questo è il motivo per cui alcuni filtri per l’acqua domestica di qualità possono comportare una fase chiamata remineralizzazione, durante la quale il calcio viene aggiunto nuovamente nell’acqua potabile.

Nonostante tutti i possibili benefici per la salute, il calcio, insieme ad altri minerali, può ancora causare problemi ad alta concentrazione nell’acqua.

Danni alle condutture dell’acqua e agli elettrodomestici

Molte famiglie con acqua dura devono affrontare il problema dell’accumulo di calcare all’interno dei loro sistemi di tubazioni, così come gli impianti e gli elettrodomestici per l’acqua.

A seconda del livello di durezza, il residuo può rovinare l’aspetto dell’apparecchiatura – lasciando macchie sui rubinetti, per esempio – o causare danni all’interno formando il calcare, che porta alla rottura dei dettagli, all’intasamento e alla perdita. Si vedranno danni più gravi nei tubi, nella caldaia e nello scaldabagno tradizionale o senza serbatoio, dove l’acqua tende a rimanere ferma per lunghe ore, permettendo ai minerali di aderire alle loro superfici interne.

Irritazione della pelle

L’alto contenuto di pH e di minerali nell’acqua dura può essere la causa di vari problemi della pelle, tra cui secchezza, prurito, pori ostruiti e acne. Questo è il motivo per cui un dermatologo a volte può suggerire di lavarsi il viso con acqua in bottiglia quando si ha un’acne.

L’acqua dura è spesso nota per peggiorare i problemi di pelle esistenti come l’eczema e la dermatite. I residui minerali sono anche responsabili della fragilità dei capelli e dell’irritazione del cuoio capelluto dopo il contatto diretto.

Macchie persistenti

I minerali presenti nell’acqua dura tendono ad attaccarsi alle superfici. È così che creano macchie e macchie sulla vetreria, sulle piastrelle, sulle auto, sui soffioni delle docce, sulle vasche da bagno e sulle vasche da bagno. Per aggiungere un insulto alle lesioni, questi minerali possono neutralizzare il sapone e i detersivi. Di conseguenza, queste macchie di solito richiedono uno sforzo extra – e un sapone extra – per la pulizia.

Segni di avere acqua dura

Non siete sicuri di avere l’acqua dura? Ci sono diversi segni rivelatori:

  • Un soffione della doccia intasato,
  • Un sottile strato di residuo bianco sulla pelle dopo la doccia,
  • Lavanderia dalla struttura ruvida, vestiti che sbiadiscono rapidamente, e vestiti bianchi che diventano gialli dopo qualche lavaggio,
  • Flusso d’acqua più lento nel tempo,
  • Impianto idraulico che richiede una manutenzione costante a causa del calcare,
  • Residui minerali sul fondo di un bollitore o di una caraffa da caffettiera,
  • Perdite e danni a vari apparecchi,
  • Un odore sgradevole nella vostra acqua,
  • Una pellicola di residui sulla vetreria, sugli specchi, sulle piastrelle o sull’auto dopo la pulizia. Se l’acqua dura contiene anche una discreta quantità di ferro, è probabile che vi ritroverete a strofinare le macchie giallastre sulle piastrelle, sulla tazza del water e sulla vasca da bagno.

I vantaggi dei sistemi di addolcimento dell’acqua

Ci sono diverse ragioni per cui i sistemi di addolcimento dell’acqua per uso domestico stanno diventando sempre più popolari.

Un sistema di tubi senza scala

Come spiegato in precedenza, i minerali presenti nell’acqua dura tendono a creare calcare sulle tubature e a causare frequenti danni.

Il processo di addolcimento dell’acqua di tutta la casa rimuove i minerali responsabili della formazione del calcare. In questo modo, può eliminare efficacemente la causa del problema. È uno dei modi più efficaci per ridurre i costi di manutenzione dell’impianto idraulico a lungo termine.

Elettrodomestici senza residui

Prevenendo l’accumulo di minerali, un addolcitore d’acqua aiuta a ridurre le perdite e a prolungare la vita dei vostri elettrodomestici. Vi risparmia anche dal cattivo odore che solitamente emerge dai residui all’interno dei rubinetti, dei lavandini del bagno, dei soffioni della doccia e dello scaldabagno.

Capelli e pelle più lisci

I filtri a soffione, pur dimostrandosi efficaci nel migliorare la qualità dell’acqua, non hanno la capacità di filtrare i minerali duri.

Se vi siete lavati con acqua dura e avete avuto poca fortuna con la cura della pelle e dei capelli, provate un addolcitore per l’acqua. Può davvero cambiare le carte in tavola nel ridurre l’irritazione della pelle e la secchezza dei capelli.

Detto questo, non a tutti piace la sensazione di fare il bagno con acqua dolce. Mentre la maggior parte delle persone pensa che sia liscio e “pulito”, alcuni potrebbero trovarlo sgradevolmente scivoloso. È semplicemente una questione di preferenze personali.

Vestiti più morbidi

Una volta che l’acqua è priva di particelle minerali indesiderate, si dovrebbe notare che i vestiti e gli asciugamani diventano più setosi e morbidi dopo il lavaggio. La schiuma del sapone e le macchie dovrebbero diventare un problema meno frequente e i tessuti impiegheranno più tempo a sbiadire o a sfilacciarsi.

Poiché i detersivi e il sapone si sciolgono meglio in acqua dolce, avrete bisogno di meno detersivi per lavare la stessa quantità di vestiti.

Vetreria e argenteria pulita e lucida

Un addolcitore d’acqua rimuove o altera la struttura dei minerali, impedendo loro di attaccarsi alle superfici. Di conseguenza, dopo il lavaggio non si dovrebbe più vedere una pellicola di calcio sugli specchi, sui bicchieri o sull’auto.

Come ammorbidire l’acqua dura

Di seguito sono riportati i due metodi più efficaci per curare la durezza dell’acqua.

Filtrazione in tutta la casa

I moderni sistemi di filtrazione dell’acqua di tutta la casa sono una soluzione comune ai sedimenti, alla ruggine, alle alghe e persino ai contaminanti nocivi. Purtroppo, la maggior parte di questi sistemi non sono progettati per la rimozione dei minerali.

Al momento, l’unico tipo di filtro per tutta la casa che può trattare la durezza dell’acqua è il filtro ad osmosi inversa (RO). Tuttavia, mentre i sistemi RO per tutta la casa sono molto efficaci nel purificare e addolcire l’acqua, possono essere abbastanza costosi. Questo è particolarmente vero se si tiene conto non solo del costo iniziale del sistema stesso, ma anche dei costi di installazione e manutenzione.

Addolcimento dell’acqua in tutta la casa

I sistemi di addolcimento dell’acqua possono sostituire i minerali presenti nell’acqua con il sodio o modificare la loro struttura in modo che non aderiscano alle superfici. È così che i sistemi di addolcimento riducono il calcare.

I sistemi di addolcimento dell’acqua per tutta la casa sono molto efficienti nell’eliminare i problemi legati all’acqua dura, a prezzi molto più economici rispetto ai sistemi RO. Il problema è che alcuni addolcitori possono introdurre sodio nell’acqua, senza rimuovere altre sostanze nocive come il piombo o l’arsenico. Si potrebbe usare il potassio al posto del sale per l’addolcitore, ma se si vuole anche filtrare i contaminanti, si raccomanda un’impostazione combinata.

La soluzione consigliata: Un’impostazione mista

Un modo efficiente per affrontare la durezza dell’acqua è quello di combinare un sistema di addolcimento dell’acqua con un filtro ad osmosi inversa sotto il lavello. L’addolcitore si prenderà cura dei minerali indesiderati, producendo acqua dolce per scopi igienici in tutta la casa, mentre il filtro RO sotto il lavello rimuove i contaminanti nocivi presenti nell’acqua potabile e nell’acqua di cottura. Si tratta di una disposizione ben arrotondata, in quanto si rivolge ad entrambi i tipi di impuritanti, pur essendo più conveniente rispetto ad un sistema RO per tutta la casa.

Addolcitori a base di sale vs. Addolcitori senza sale

La differenza principale tra un addolcitore a base di sale e uno senza sale è che il primo rimuove i minerali che causano l’acqua dura, mentre il secondo modifica le strutture minerali per rendere più difficile l’adesione alle superfici.

I sistemi di addolcimento dell’acqua a base di sale, invece, sono i più diffusi. Non è perché i sistemi senza sale non funzionino, per ogni sistema senza sale condizionano l’acqua, riducendo la possibilità di formazione di calcare. Possono fornire circa gli stessi risultati dei loro omologhi a base di sale, a patto che si punti al calcare per tubi. Inoltre, richiedono pochissima manutenzione e non è necessario aggiungere sale di tanto in tanto.

Allora perché, allora, i sistemi di addolcimento dell’acqua a base di sale sono più popolari? I sistemi di addolcimento a base di sale hanno il sopravvento quando si tratta di misure preventive. A differenza dei sistemi senza sale, possono evitare l’accumulo di minerali negli apparecchi in cui l’acqua non scorre costantemente, come i riscaldatori, le lavastoviglie e le caffettiere, tra gli altri. In che modo? Beh, in realtà rimuovono i minerali dall’acqua.

Naturalmente, i sistemi di addolcimento dell’acqua salata non sono privi di difetti. Lasciano il sodio nell’acqua, anche se fortunatamente non abbastanza da causare problemi di salute nella maggior parte degli adulti sani. In particolare, la concentrazione media di sodio nell’acqua di pozzo addolcita è di 278 mg/L (è più di 400 mg/L nel latte!). Ciò significa che la quantità di sodio che si ottiene dai 2 litri consigliati, o 68 oz, al giorno è di 556 mg. Ciò significa il 24% dei 2.300 milligrammi standard di sale al giorno raccomandati dall’American Heart Association.

Più l’acqua è dura, più sale si lascia dietro il processo di addolcimento dell’intera casa. Ciò significa che se l’acqua è particolarmente dura, il sale può essere un rischio per la salute di chi segue una rigorosa dieta a basso contenuto di sodio. In questo caso, usate il potassio al posto del sale: funziona allo stesso modo ed è altrettanto efficace. In caso contrario, un filtro a osmosi inversa supplementare sotto il lavandino può occuparsi del sale, così come di molte altre impurità.

Come installare l’addolcitore d’acqua

Gli addolcitori d’acqua non sono particolarmente difficili da installare. Tuttavia, richiedono alcune conoscenze di base ed esperienza nel settore idraulico. Il motivo è che questi sistemi sono tipicamente collegati alla rete idrica principale di tutta la casa, e quindi richiederanno il taglio dei tubi, il collegamento dei tubi, la saldatura e talvolta lo scavo a terra per consentire il posizionamento dei tubi.

Se non si ha familiarità con questo tipo di lavoro, chiamare un tuttofare o un idraulico professionista può essere la mossa giusta.

Cosa vi serve

L’installazione dell’addolcitore può richiedere anche solo un’ora se il luogo di installazione è facilmente accessibile e le tubazioni sono in buone condizioni, ma può richiedere fino a quattro ore se le condizioni non sono ideali. È possibile risparmiare tempo durante il processo di installazione preparando in anticipo tutti gli strumenti e le attrezzature necessarie.

Ecco cosa serve di solito per installare un addolcitore d’acqua a base di sale:

  • Tubi per collegare il sistema alla rete di alimentazione principale
  • Tubi di scarico
  • Misura del nastro
  • Saldatura e torcia
  • Tagliatubi
  • Pinze per giunti di scorrimento
  • Nastro di teflon
  • Chiave per tubi
  • Valvole e raccordi (a volte inclusi nella confezione con l’unità)

Istruzioni per l’installazione dell’addolcitore d’acqua

Ecco come installare un addolcitore d’acqua per tutta la casa in 10 passi.

  1. Chiudere l’acqua alla linea principale. Aprire i rubinetti per lo scarico. Scollegare il riscaldatore.
  2. Installare la valvola di bypass nell’addolcitore.
  3. Posizionare l’unità nella posizione prevista. Assicurarsi che il sistema sia sicuro in condizioni climatiche difficili, come ad esempio in caso di allagamento o congelamento.
  4. Installare 2 raccordi a gomito alle porte di ingresso e di uscita della valvola di bypass. Tagliare il tubo principale e collegare il tubo alle porte. Assicurarsi di collegare l’acqua in entrata all’ingresso e l’acqua in uscita alla porta di uscita.
  5. Collegare il tubo di scarico al raccordo della valvola di scarico sull’unità.
  6. Installare il tubo della miscela incongelabile sulla valvola di trabocco del serbatoio della miscela incongelabile. Seguire le istruzioni del produttore per quanto riguarda il punto di scarico della miscela incongelabile: talvolta può essere necessario un traferro d’aria.
  7. Mettere il tubo di distribuzione nel serbatoio della miscela incongelabile e versare il sale a circa ⅔ la capacità del serbatoio.
  8. Mettere l’apparecchio in modalità bypass, quindi accendere lentamente l’acqua. Attendere fino a quando non si vede un flusso costante alla linea di scarico (tipicamente qualche minuto) per aprirla completamente. Ricollegare e accendere lo scaldabagno.
  9. Aprire lentamente la valvola di bypass e attendere un altro paio di minuti per la spinta dell’aria attraverso il sistema. Aprire completamente la valvola ed eseguire un ciclo di controlavaggio.
  10. Configurare l’unità seguendo le istruzioni del produttore.

Si noti che le caratteristiche possono variare tra le diverse marche di addolcitori d’acqua. È meglio seguire le istruzioni del produttore per garantire che il sistema funzioni in modo sicuro ed efficiente.

Come pulire le macchie di acqua dura

Un sistema di addolcimento dell’acqua può impedire la formazione di nuove macchie di acqua dura, ma non può rimuovere le macchie già presenti. Poiché i minerali duri possono neutralizzare il sapone, strofinarli via è raramente una passeggiata nel parco. Se non riuscite a eliminare queste macchie, continuate a leggere per alcuni consigli comprovati.

Come pulire le macchie di acqua dura

Le macchie d’acqua sono un fastidio facile da trattare, se si sa come affrontarle. Spesso compaiono su superfici che di solito non sono immerse nell’acqua, come lo specchio o l’auto. Il residuo biancastro gessoso tende ad apparire subito dopo un lavaggio, quando l’acqua si è appena asciugata. Ma se si agisce in fretta, le macchie dovrebbero essere veloci da sconfiggere.

Il modo più semplice ed economico per pulire le macchie d’acqua dura è usare una soluzione di acqua e aceto. Fare la soluzione mescolando insieme parti uguali di aceto bianco e acqua. Utilizzando un flacone spray, spruzzare la soluzione sulla superficie che si desidera pulire. Attendere circa un minuto che la soluzione faccia effetto prima di pulire con un panno pulito. Asciugare la zona dopo con un altro panno pulito.

Come pulire le macchie d’acqua dura che sono state lì per sempre

La stessa miscela di acqua e aceto può essere applicata alle macchie più ostinate, ma non funzionerà altrettanto rapidamente. Dovrete dare alla soluzione un po’ di tempo per fare effetto.

I passaggi sono semplici: Mescolare la soluzione con acqua e aceto in parti uguali. Immergere un panno pulito nella soluzione fino a quando non è completamente imbevuto. Asciugare il panno sulla macchia e lasciarlo lì per un’ora.

Quando l’ora è passata, usare il panno per eliminare le macchie. Se avete a che fare con macchie di acqua dura in una tazza del water, versate circa ⅓ galloni di aceto nella tazza in modo che raggiunga tutte le macchie. Lasciatelo riposare per circa un’ora prima di strofinare via con una spugna non abrasiva e altro aceto.

I migliori addolcitori d’acquaultima modifica: 2020-11-26T12:21:50+01:00da brunosalvatori
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento